Abbiamo il meglio contro i muri umidi
Barriera cappillarc a base di resina artificiale

Umidit nei muri e le sue conseguenze e come combatterla con successo


1. Analiziamo i Motivi

Analiziamo i motivi muri e cantine umidi sono l'incubo di ogni pa drone di casa! Dato che non é possibile stabilire la gravitá del danno a occhio nudo provocato dall'umiditá, dovrebbero essere sottoposte a diagn osi igrometriche da persone competentemente atrrezzate al fine distabilire tale danno.

Il restauro di vecchi edifici, comporta un attenta analisi della situazione per poterne stabilire il danno, questo vale anche per i nuovi edifici su cui non é stato eseguito un corretto isolamento. Per primo analizziamo l'entitá del danno:

  • Umiditá ascendente e penetrante laterale
  • L'umiditá in contospinta e di risalita capillare che penetra nelle cantine
  • umiditá di condensa sulle pareti
  • Umiditá igroscopica causata dalla salsedine

I danni provocati sono i seguenti: crepe nei muri, screpolamento della malta, caduta dell'intonaco e della pittura, eflorescenza salina, ambiente umido, cattivi odori, eccessivi costi di riscaldamento, effetti negativi sulla salute a causa della formazione di muffa.

I capillari nei muri non dovutamente isolati, assorbono l'umiditá, perció i sali presenti nel terreno ché si sciolgono con l'acqua penetrano causando danni, si tratta principalmente di nitrati, solfati é

cloruri combinati. Noti anche con il nome di salnitrio. A motivo della capacit di assorbire acqua e umiditá dall'aria provoca un circolo vizioso.

La filtrazione di sali attraverso i muri e la cristallizzazione all'interno d'essi li rende ancora di piú igroscópici. Per rendere piú chiaro questo per esempio 8 gr di sale sono in grado di assorbire un litro di acqua.

Quando gli edifici vecci e senza scantinato sono umidi é dovuto ai tavelloni deteriorati. L'umiditá che sale dai capillari port a con sé sali minerali che si depositano sui muri, perció occorre rinnovare i tavelloni. Se l'intonaco di tale edificio é carico di cloruri é necessario asportarlo e rifarlo.

Negli scantinati di vecchi edifici é evidente l'infiltrazione in controspinta. In questo caso si consiglia di d'isintonacarli per tutto il perimetro dei muri esterni fino a una altezza di 2 metri ed intervenire con un cemento osmotico e un intonaco macro poroso.
 
Anche costosi restauri sono inutili tantativi, se vengono ignorat i noti processi fondamentali riguardo l'umiditá . Solo persone competenti di una ditta specializzata possono valutare l'entitá del danno e consigliare la dovuta restaurazione e stabilire il da farsi.
 
 
 
Nel rinovare la muratura, rimetendo die pannelli isolanti, di bitume, plactica, o fogli di lamiera, portano buoni sé ono fatti bene. Bisogna tener presente peró che á motivo dell´assestamento persiste il rischio di danni futuri, qui costi sono enormi. Durante tuto il periodo die lavori stanze ho prti dell´edificio non devono essere abitati.
 

2.2 Intervento di restauro metodo Meccanico
L´eseguire il ristauro con delle lamiere d´acciaio, non é possibile ovunque. Si possono eseguire codesti metodi solo su pareti in qui fughe sono continue. La barriera orizzontale risulta al di sopra del pavimento. Questo porta ad altri interventi neccessari per il risanamento dell´edificio. Inoltre a motivo di questo intervento meccanico il muro viene molto indebolito. Ció potrebbe causare ulteriore assestamento. Inoltre varia la qualitá delle lamiere, lamiere resistenti alla corrosione come al cromo é all´acciaio inossidabile.
 

2.3 Technica di segare il muro
Questo mettodo consiste nel segare completamente il muro da una estremità all’altra, infilando dei cugni di legno. Poi vengono inserite à incaglio delle strisce isolanti, e i vuoti che si creano vengono pressati. Il lavoro, se´non fatto corretamente, la struttura si indebolisce. Questo mettodo impiegato anche se fatto bene, richiede alti costi. Per di piú usando un’apposita sega si possono tagliare solo dei muri ché abbiano le fughe longitudinali continue. Per dei muri a sasso o irregolari é necessario usare una sega dentata al diamante.
 
Back to Index

2.4 Sistema elettrosmosi
Per poter attuare il sistema elettrosmosi occorrono molti controlli: analisi specializzati dei sali, adattabilitá del muro, passaggio di impianti elettici, d’acqua o di altri metalli in ferro. In situazioni simili l’ettrosmosi si puó adoperare soltanto in parte. Perché il muro non viene completamente asciugato, ma in mancanza di eletricitá continua, l’umidatá rimane.

Ci sono diversi sistemi a iniezioni composti da diversi prodotti.
 
 

2.5.2 Silicizzazione
La miscela di silicato di sodio penetra nel muro solo in caso di scarsa umiditá. Lospessore di questo materiale é superiore 1,0. Tale materiale si scioglie nell'acqua edessendo diluito rimane circoscritto. Il tempo di reazione del silicato di sodio é breve. Suddetti materiali sono sensibili all'abbassamento di temperatura e al gelo. I fori devono avere un diametro di 28 mm. Questo metodo non é consigliato per Pietre grezze é foratini..

Il lavoro richiede: riempire i vuoti mediante una miscela di acqua é cemento. Il muro deve essere bagnato con una soluzione di calcio. Inoltre questi materiali si cristallizzano solidificandosi, causando un problema: con l'assestamento del muro i capillari assorbono di nuovo l'umiditá. C'é anche il pericolo che i sali presenti nella muratura possono causare una reazione chimica ancor piú negativa.

 
 

2.5.4 Sistema di resine artificiali al caucciú
Die giftgklassefreien Kunstharzkautschukinjektagen mit aromatfreien Lösemittel (die schädlichen Kohlenwasserstoffe der Aromatengruppen sind entzogen), bieten hier wesentliche Vorteile.

Aufgrund ihre geringeren Dichte, niedriger als 0,81, erreicht man eine hohe Kriechfähigkeit in den feinsten Haarkapillaren, auch bei Mauerwerksfeuchtigkeit über 50 %

Le iniezioni di resine artificiali di caucciú non contengono velen i perché la sostanza nociva dell´idrogeno é stata asportata. Questo costituisce un grande vantaggio. Datosi che la densitá di queste resine é di 0,9, ció consente loro di penetrare con facilitá attraverso i capillari, con una umiditá nella muratura superiore al 50 %. La barriera di resina di caucciú artificiale puó essere usata anche per pietra, mattoni foratini ecc. Il problema di riempire i vouti viene risolto dalla reazione di queste resine artificiali ché inizia dalle 6-10 settimane. Durante questo tempo il prodotto che si é depositato nei vuoti viene assorbito dalla muratura. Il Materiale di resina artificiale di caucciú e composto da diversi componenti, come materiali impregnanti, resine speciali, e naturali olii sintetici.

Queste materie prime cosi straordinarie, resistono ad effetti: alcalini, nitrati, solfati é cloruri é simili, all´ossidazione, decomposizione biologica, raggi ultravioletti, gelo. Questo sistema puó essere usato benissimo anche in regioni dove c' é un'alta quantit di sale, come per es in zone marine. Il materiale conserva alte qualitá traspiranti, non forma condensazione, non si indurisce ma rimane elastico nei capillari, impedendo la formazione di nouve crepe. Con questo metodo semplice di muratura, le camere possono rimanere abitate, e non modificano la struttura. La foratura e di 16 mm, e per tanto non influisce sulla stabilitá del' edificio. Questo facile sistema permette una barriera orizzontale conforme alla tecnologia odierna.

NOTA: La durata dell'assorbimento del materiale applicato é di ca 1-1,5 cm al mese.